martedì 28 ottobre 2014

DNA e uncinetto

Sarà che io sono figlia unica, ma a me vedere i meccanismi e i piccoli grandi passi con cui cresce e si compone un sano volersi bene tra fratello e sorella mi affascina e a tratti mi stupisce. Vederlo nei miei bambini poi mi lascia senza parole, mi scioglie, mi manda in brodo.
Non dico quelle volte che si stuzzicano, che si stropicciano, che si spintonano, che si tirano i capelli, che si prendono in giro, che  si urlano nelle orecchie. Io dico le altre volte, quando si spalleggiano a vicenda durante un castigo, quando si prendono per mano per scendere le scale, quando si abbracciano dopo una giornata lontani o quando stanno lì, l'uno vicino all'altra, senza far niente, solo per esserci. Lo sanno, secondo me lo sanno anche se sono così piccoli che l'uno senza l'altro non sarebbe la stessa cosa, che nel loro DNA c'è scritto da tempo che un pezzettino di uno vive nel cuore dell'altro.

Ve le presento così, nude e crude senza tanti preamboli, ancora stropicciate da una notte di sogni d'oro e di sospiri profondi, calde di letto e profumate di latte, di miele e di testoline sudate. Sono le coperte sorelle, la Granny e la Elmer, finalmente le ho finite, giusto in tempo per i primi freddi.
(Se non ve le ricordate, qui e qui racconto come sono nate e cresciute).
Entrambe larghe 120cm e lunghe 150cm, fatte da migliaia di punti alti infilati con costanza uno dopo l'altro, entrambe di un buonissimo filato 100% acrilico della Annel comprato nel negozio online di Ilaria.
Entrambe sono fatte con grande amore e con una pazienza che ho preso in prestito non so dove, ma soprattutto, loro lo sanno, che nel loro DNA c'è scritto da tempo che un pezzettino dell'una vive nel cuore dell'altra.





11 commenti:

  1. Quanto mi piace leggerei tuoi post Irene.... hai quelle delicatezza nel raccontare le cose che ammiro tantissimo Poi mi sembra sempre di leggere i miei pensieri. Le coperte sono stupende. Così diverse ma con un pezzetto l'una dell'altra.. Come i miei bimbi e i tuoi. Un abbraccio, Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giorgia grazie di cuore, sei dolcissima! Tra di noi ci si capisce, anche tu figlia unica?!

      Elimina
    2. No ho una sorella e siamo diversissime e a volte distanti con il cuore... ma come scrivi tu senza di lei non sarei io. Buona serata Giorgia ♥

      Elimina
  2. Una coperta fatta a mano è una coccola, le tue sono un atto d'amore! Bellissime :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Manu, sei sempre carina! ...Ora dovrò solo spiegare a entrambi perchè le loro coperte hanno una toppa!!

      Elimina
  3. Che emozione! Bravissima, hai fatto un lavoro davvero con il cuore :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria! Proprio così, cuore di mamma... E adesso che sono finite stò già fremendo per iniziare un nuovo progetto, datemi dei gomitoli!!!

      Elimina
  4. Oh mamma mia che idea tenera e originale. Davvero complimenti!

    RispondiElimina
  5. oh mammaaaaa! ma che storia dolcissima. e che brava tu! io sto imparando il crochet ora... forse riuscirò a fare una granny nel 2020!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara Anna, l'uncinetto è terapeutico non trovi?! ...ma con le tue manine d'oro scommetto che la granny sarà pronta molto prima!!!

      Elimina

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...