domenica 15 febbraio 2015

La coperta degli avanzi

Tre inverni, forse quattro, di serate a sgomitolare, ad abbinare colori, a stringere nodi. Ed ecco qui il mio personale mucchietto di coperte e copertine. 

Lo so, non c'entrano un fischio l'una con l'altra.

C'è quella a righine impertinenti, quella a rigoni timidi, le due sorelle che litigano per il quadretto rattoppato, la coperta dai mille fiori che se ne fa un baffo di tutte le altre e quella isterica che non si sa mai da che parte va girata. 
Ognuna ha il suo carattere, la sua personalità. Ognuna a modo suo è speciale, ognuna è stata pensata in un momento diverso, con uno spirito mutato o semplicemente con gusti cambiati e per persone differenti. O forse sono io che sono sempre il contrario di me stessa.

Tutte sono frutto di un lavoro fatto davvero con il cuore, giuro.



Di ognuna ho avanzato qualche gomitolo che ho amorevolmente conservato, perchè non si sa mai... E' così che è nata la "coperta degli avanzi".

Con questa coperta ho riunito i pezzi, ho fatto un riassunto di tutte le altre, le ho prese, le ho mescolate, le ho centrifugate per bene e per magia è uscita così come la vedete.

E' come un pathwork di momenti ricordati, un arlecchino di pezze preziose, un collage di pensieri contrastanti. 
E' un pò come me, che prendo un pò di qua e un pò di là, che per ritrovare me stessa certe volte cammino all'indietro senza girare la testa.




Misura 120x140cm, il filato è il mio solito, amatissimo Annel Rapido proveniente dal negozio online di Ilaria Ida Yarn Shop ed è una coperta davvero semplice da realizzare, con il caro vecchio metodo delle "granny squares". Che ne dite, vi piace?

Gli avanzi di lana sono piazzati, ora non mi resta che pensare a cosa fare con quel paio di pandori rimasti dalle feste di Natale...






7 commenti:

  1. Complimenti, sono tutte bellissime. Sopdattutto la coperta degli avanzi :-)

    RispondiElimina
  2. Ma grazie Alessandra!... è un pò la legge del polpettone, se lo fai con gli avanzi viene sempre più buono!

    RispondiElimina
  3. Ma sei proprio brava e abbini i colori in un modo unico! Sei un'artista con qualsiasi materiale. I pandori rimasti usali come se fossero pan di spagna e facci due belle torte farcite con una crema di mascarpone ! Baci Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per i complimenti Giorgia, ma soprattutto per la dritta sul pandoro! Poi ti faccio sapere come sono venute le torte... ;)

      Elimina
  4. Ma che bravaaaaa! Che invidia, io sono lentissima e in più mi dimentico che ho la coperta da fare. Massima stima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh yeah... quando sono su una coperta divento una tedesca: tric trac, tric trac, non mi ferma nessuno, solo la cervicale, un pochino...

      Elimina
  5. Ma che bravaaaaa! Che invidia, io sono lentissima e in più mi dimentico che ho la coperta da fare. Massima stima :)

    RispondiElimina

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...