martedì 26 maggio 2015

E-Sperimentare

Amo il mio lavoro perchè non posso farne senza. Quasi sempre è anche il motivo per cui lo odio.

Mi guadagno la mia piccolissimissimissima pagnotta facendo una cosa che mi piace tanto. Anche se facendo due conti quasi mai quel guadagno basta a coprire le spese, il tempo, l'impegno che ci ho messo. Ma gli artisti si sa...

Per quanto il mio fine settimana sia gratificante, rilassante e divertente, c'è sempre un momento in cui mi ritrovo ad aspettare  con impazienza il lunedì, per ricominciare a godermi le mie ore di artitudine.
Ed è lì, in quell'istante, che mi rendo conto di fare DAVVERO ciò che ho sempre desiderato.

Cè un aspetto poi, che più di tutto mi fa andare avanti dritta per la mia strada.

Sperimentare.

Prendere nuove strade, provare nuovi materiali, mettersi in gioco con tecniche diverse dalle solite. Provare, pasticciare, sbagliare, arrabbiarsi, riprovare, tentare, ritentare, fallire e crescere.
Che poi alla fine tutto riesce, ma solo dopo aver attraversato una quantità esagerata di emozioni controverse.
Eccitazione, supereroismo, baldanza, premura. Si passa dall'accettazione dei propri limiti, sfiducia nelle proprie capacità, insonnia, affanno, disamore, sfiancamento. E poi risalita. Ri-innamoramento, un sorriso, la calma, il lavoro, il risultato. Potrei evitarmi la prima metà, se solo fossi un pò meno masochista e un pò più "manager" di me stessa.
Ma sono fatta così, la soddisfazione stà proprio lì, nel mescolare lavoro e vita.

Eccomi alle prese con un progetto che prevede la lavorazione del legno.
Progetta, disegna, taglia, carteggia, raspa, dipingi e trallallà.
Più tutta la sequenza di stati d'animo elencata sopra.
(Menomale che ho due validissimi collabratori che mi aiutano nell'impresa, grazie papà e grazie marito!)

E'  ancora presto per svelare i particolari, ma posso dirvi che questo lavoro ha a che fare con la mia amica Serena e il suo spettacolare B&B "La Finestra sul lago", che devo ancora decidere se è più bella la casa, il giardino o la vista che se ne gode! Date un'occhiata al sito o alla sua pagina Facebook e poi ditemi se non vi viene voglia di andarci solo per assaggiare le sue torte!





giovedì 14 maggio 2015

"Point Betsie Lighthouse"

Un attimo prima il "quadro prezzemolo" (ne ho già parlato qui) prende forma nel mio angolino caotico...


...e un attimo dopo è finito, giusto in tempo per partire per la casa che lo aspetta al mare. 
Buon viaggio "Point Betsie"!




"Point Betsie Lighthouse" olio su tela 30x60cm


sabato 9 maggio 2015

Mr. & Mrs "Chef"

Questi due mi hanno fatto "compagnia" in studio per un pò di giorni.

Non posso dire che siano ritratti. 
Perchè per me un ritratto semplicemente copiato da una fotografia non lo si può fare bene. Per fare un ritratto devi conoscere la persona che dipingi, per coglierne le espressioni tipiche e la sua vera essenza.

Non posso dire che siano caricature.
Perchè la caricatura deve esaltare i difetti del personaggio in questione e io sono troppo educata per far notare le magagne agli amici, figuriamoci a due perfetti sconosciuti! 

Queste sono rappresentazioni simpatiche di due persone reali, fortemente volute da un'amica della coppia che voleva far loro un regalo davvero speciale e personale nel giorno del loro matrimonio. 

Loro sono "Le Bon Ton" e "Le chef", insieme gestiscono un ristorante e oggi si promettono amore eterno! 

"Le Bon Ton" olio su tavola 25x50x1,4cm

"Le Chef" olio su tavola 25x50x1,4cm



Anche senza conoscerli a forza di guardarli negli occhi mi sono già un pò affezionata
 ... quindi ...
auguri di cuore anche da parte mia Mr.&Mrs. Chef!

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...