lunedì 9 marzo 2015

All'indietro

Uno degli errori più grandi che fanno le mamme è dimenticarsi di essere anche tutto il resto. 
Per mesi, ma anche per anni qualche volta. 
Poi piano piano, quando arriva il momento (e per ognuna di noi è diverso), si parte per un viaggio alla riconquista dei pezzetti dimenticati. 
Perchè di punto in bianco ti ricordi che sei stata anche altro prima di essere madre e ti viene un pò di malinconia. 
Vuoi tornare a fare la fidanzata con gli occhi a cuore, la migliore amica dalle telefonate di un'ora, la persona che fa dei suoi sogni progetti concreti (o almeno ci prova), quella che ogni tanto mette la gonna e le scarpe da NON ginnastica. E mille altre cose, che sono stata e poi mi sono dimenticata.

Devi solo trovare il modo di incastrare tutti i pezzi.

Dove SOLO è una parola grandissima.

Il "quadro del silenzio" è quasi finito. (Ne ho parlato qui se non sapete il perchè di questo nomignolo). 
E devo ammettere che a tutto questo non-rumore mi sono abituata presto come non avrei creduto. 
E mi piace. 
Mi ha aiutato a tornare un pò più ME dopo tanto tempo, a tornare alle mie radici andando all'indietro sul filo di quei rami riccioluti e dorati. 
Ecco l'ultimo Work in Progress prima del gran finale...


6 commenti:

  1. Ohhh si ... Come la capisco questa sensazione di aver perso dei pezzetti... Pensare un po' di più a me stessa mi fa essere una mamma migliore.. Complimenti per il tuo quadro!! Fantastico!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona! L'opportunità è grande, vediamola così... con questo "rewind" possiamo aggiustare il tiro e ricompilare la lista delle priorità, senza contare che abbiamo una buona scusa per lasciarci alle spalle quello che ci andava stretto!

      Elimina
  2. E le scarpe da non ginnastica le adoro. Quanti pezzetti di me ho perso anche io in questi anni, sono stata fortunata perché i bimbi hanno attaccato sul mio cuore tanti pezzetti di loro però. ... Grazie per questo post cercherò di dedicare un pò di tempo al recupero di un pò di me . Un abbraccio grande. Giorgia p.s. Il quadro è stupendo ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu non considerarli persi, sono solo in pausa di riflessione! E poi mettersi un attimo in "stand-by" non può che farci capire meglio quello che vogliamo per davvero non credi?

      Elimina
  3. Hai proprio ragione. Io spesso sento la mancanza di "me stessa", ma ritrovarsi è difficile, perché talvolta significa rinunciare agli altri a favore di se stessi. Però credo che se stessimo meglio noi, ci porremmo anche agli altri con più serenità. Grazie per questa riflessione. (Ops, che pensiero contorto e quante S...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, il solo fatto di sapere che questa senzazione ci accomuna mi fa stare un pochino meglio! E comunque credo che il segreto sia trovare la giusta via di mezzo, ripescarsi a piccole dosi, e poi decidere quale immagine vogliamo dare di noi ai nostri cari.... CREDO!

      Elimina

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...