lunedì 10 marzo 2014

Atelier da sogno

La colonia di virus che molesta gli abitanti di casa nostra da mesi proprio non ci dà tregua, via uno avanti un altro, per ora sembra che io sia l'unica a opporre resistenza (... e incrociamo le dita!). Certo che con due under 5 e un over 35 che vagano lamentosi per queste stanze sembra davvero impossibile concludere qualsiasi cosa, mai che si riesca a stendere un bucato senza mille interruzioni, figuriamoci a lavorare! 
Allora mi sono fatta un piccolo viaggio mentale, uno di quelli che anche se ti interrompono sul più bello poi puoi riprendere da dove eri rimasta...
Avere un posto dove poter sfogare la propria creatività è una fortuna di pochi da non sottovalutare, io per anni ho dovuto dipingere al tavolo della cucina ed era più il tempo che ci mettevo a tirar su e giù baracca e burattini che quello che poi alla fine potevo dedicare alla pittura! Ora ho un posto tutto mio, un'angolo in una stanza che doveva essere il Mio Studio, ma che per ovvie esigenze di menage familiare è diventata la stanza del Computer, del bucato, dei giocattoli e di tutti gli oggetti che ancora non hanno trovato una collocazione nel resto della casa ..
E così il mio "Atelier" attualmente consiste in un tavolo vecchio con un lenzuolo brutto buttato sopra e la mia tavolozza è un piattino di plastica di quelli recuperati dall'ultimo compleanno festeggiato..
Prima o poi mi piacerebbe organizzare una stanza intera per i miei pasticci, mi accontento anche del mio angolino ma deve essere ben attrezzato. Ecco, aspettando quel giorno mi sono fatta un'idea di come dovrà essere il mio Studio...


.atmosfera rilassante

1.Colori neutri...

industriale..

2.stile un pò industriale...

essenziale

3....un tocco raffinato...

...onirico..

4....un'atmosfera rilassante...
...festoso...

5.... ma anche festosa...

... arioso

6....tanta tanta tanta luce...

...femminile

7....una nota femminile...

maschile

8....ma anche un pò di rigore maschile..

E per voi, come deve essere il luogo ideale per lavorare, creare, immaginare?

2 commenti:

  1. La famosa "Room of One's Own" di Virginia Woolf…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già... "una donna deve avere soldi e una stanza tutta per sé per poter scrivere"... però senza i soldi!

      Elimina

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...