venerdì 11 aprile 2014

Evasione del venerdì - Grant Peacoff

Jungle Twilights - Grant Peacoff


Quella che finisce è stata, per me, una settimana parecchio impegnativa e altrettanto inconcludente: sto' sprofondando in un venerdì senza capo né coda, con cento cose iniziate e voglia di finirle pari a zero.
Come se gli impegni non bastassero mi sono messa a fare il cambio di stagione negli armadi, le pulizie di primavera in casa da cima a fondo, ho fatto discutibili ordini online di materiali per belle arti, di lana per uncinetto, di abiti estivi per i bambini, ho preso addirittura un complicato meccanismo per l'apertura automatica del portone del garage (ma qui c'è lo zampino dell'uomo di casa).
Mi sono fatta vedere dall'otorinolaringoiatra per sentirmi dire che "è ora di asportarle queste tonsille!" e già che c'ero mi sono fatta togliere un brutto neo dal dermatologo. 
Ho fatto code a tutti gli sportelli di tutti gli uffici pubblici del paese e ho avuto la brillante idea di lavare i piumoni e di stenderli  proprio mentre nella casa di fronte gli operai stavano rifacendo il tetto in mezzo ad un polverone infernale.
In tutto questo delirio ho anche lavato la macchina (io ODIO lavare la macchina!), ho iniziato almeno quattro progetti artistici che sono miseramente falliti e ho tolto il pannolino a Carlotta (e chi sa cosa vuol dire ben capirà che è un bell'impegno anche questo!). 
Per finire in bellezza ho avuto l'intuizione del secolo e cioè "se lo può fare la parrucchiera perchè non potrei farlo io?!" e così, forbici alla mano, ho dato una spuntatina ai capelli di Leonardo, o almeno, questa era l'idea di partenza ... dopo due giorni con un beatles (questa è della mia amica Cree!) di un metro e dieci  con la frangetta storta in giro per casa, papà con un taglio estivo da far invidia a Jean Louis David è intervenuto salvando il salvabile. 
Ah, dimenticavo... ho anche invitato venti persone a casa nostra per il pranzo di Pasquetta... tutto bene insomma, normale amministrazione. Sarà la primavera che istiga alla frenesia compulsiva senza meta? Mah... a me piace così, in fondo è anche per questo caos di idee, progetti, intenzioni e disattenzioni che amo follemente la mia vita.

Comunque avevo bisogno di guardare altrove e così ho deciso di proporre anche a voi un'evasione.
Vi mando a curiosare nella galleria di un pittore che mi ha colpito profondamente. Il suo nome è Grant Peacoff, è' un artista di San Diego, California. Io l'ho scoperto casualmente durante il mio viaggio negli States di qualche anno fa e mi sono subito piaciuti il suo mood fresco e le sue atmosfere rilassate. Guardate i suoi quadri e poi mi direte se a voi non fanno impazzire i suoi accostamenti di colore "elettrici" e quel suo stile sospeso tra illustrazione, fumetto e graffito. Dipinge con colori ad olio anche lui e forse mi piace così tanto proprio perchè ha quel coraggio di osare che a me un pò manca. Prima o poi farò qualcosa ispirandomi al suo stile, nel frattempo andate qui per conoscerlo meglio e poi  fatemi sapere cosa ne pensate...  buon fine settimana a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWhitin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...